Menu Chiudi

Le emozioni

Le emozioni

Inviato da Emanuela Voria

“E stringere le mani per fermare qualcosa che è dentro me ma nella mente tua non c’è capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi emozioni”. Lucio Battisti attraverso questi versi ci parla di emozioni, quel qualcosa che non possiamo toccare con mano ma possiamo provare intimamente e sono state proprio queste parole a stimolarmi a condividere con voi un articolo su questo delicatissimo argomento. Le Emozioni sono la nostra finestra sul mondo, attraverso queste noi comunichiamo con gli altri, agiamo e capiamo cosa ci sta accadendo. L’etimologia del termine emozione deriva dal latino emovère, letteralmente portare fuori, smuovere ed in senso più lato scuotere.

Ma vi siete mai chiesti cosa sono le EMOZIONI?
Le emozioni sono una reazione psicofisica che scaturisce un coinvolgimento fisico e mentale a eventi esterni e interni, una risposta a ciò che stiamo vivendo in base alla propria esperienza. È importante sottolineare che le emozioni non sono stati, bensì processi in continua evoluzione. Sono stati in tanti gli studiosi che si sono occupati di emozioni e sono state fatte varie classificazioni di queste. Oggi descriverò le emozioni fondamentali che sono innate e di fatti vengono chiamate anche universali perché uguali in tutto il mondo, queste sono: RABBIA, TRISTEZZA, GIOIA, PAURA.

A cosa servono le emozioni?
La rabbia è considerata, in genere, un sentimento estremo e negativo perché ci fa perdere l’autocontrollo, in realtà è un sentimento primordiale, come ad. Esempio quando i bambini vogliono un gioco e se non vengono ascoltati iniziano a piangere a sbattere oggetti per terra pur di attirare l ‘ attenzione ed essere corrisposti, in tal caso è adattiva. Col passare del tempo diventa disadattiva in quanto crea malessere a sé e agli altri. Non bisogna dimenticare e sottovalutare che la rabbia è quell’emozione che ci permette di cambiare le cose che non ci piacciono.

La tristezza è un momento emotivo molto forte e intenso, scatenato nell’occasione in cui viviamo una perdita (fine di una storia d’amore, un lutto, perdita del lavoro, perdita di una gravidanza) tendenzialmente la maggior parte delle persone non vuole vivere quest’ emozione perché troppo dolorosa. Ad Es. al termine di una storia d’amore affrontare la tristezza in modo funzionale rappresenta un distacco molto incisivo dalla persona amata persa, ma vivendola è l’unico modo per poter lenire tale ferita.

La paura è un’emozione governata prevalentemente dall’istinto, si attiva quando i sensi percepiscono una minaccia dannosa e quindi possiamo evitarla. La paura ci aiuta a capire il PERICOLO e tale apprendimento avviene sia in modo diretto (attraverso un’esperienza propria) e sia in modo indiretto (attraverso l’informazione, media, scuola, gruppo dei pari), insomma non vi è bisogno di andare nella savana per capire che una tigre possa essere pericolosa 😉

La gioia è un’emozione amabile, un’emozione pura in quanto non vi è il suo corrispondente contrario, è definita l’emozione più bella che proviamo. La gioia è friabile e impalpabile. Quando crediamo con certezza che uno scopo per noi molto importante sia stato realizzato la proviamo e la condividiamo, la sua esistenza dipende dall’esterno.

Vi siete mai chiesti in che modo le emozioni influenzano la vostra vita e come potreste gestirle?
Se non avete una risposta a tale domanda, vi invito a pensare a quanto importante sia l’aiuto di un esperto che vi ascolti e vi supporti.

Il Counselor aiuta a stimolare nel cliente la conoscenza e la consapevolezza delle proprie emozioni e di come poterle migliorare. Riuscire ad esprimere le proprie emozioni migliora la qualità di vita delle persone e delle proprie relazioni. Acquisire padronanza ci fa avere maggiore sicurezza nelle relazioni, risolvendo i problemi senza farsi sopraffare dall’ansia, nervosismi, arrabbiature e pianti disperati.

Con il Counseling ci si permette di: valutare e conoscere le proprie emozioni, riconoscere e comprenderle, sviluppare empatia, scegliere nuove strategie DI VITA, usare nuove abilità per sviluppare competenze personali e interpersonali. Le emozioni vanno vissute con consapevolezza e il giusto equilibrio per far sì che la propria vita sia in continua evoluzione. Quanto più riusciamo a comprendere cosa si cela dietro un’emozione tanto più potremo avere il timone della nostra vita tra le mani per condurlo verso mete straordinarie con vedute avvincenti.

Vi saluto con questo spunto di riflessione:
“Il valore della Vita può essere misurato da quante volte la tua anima si è profondamente emozionata.” (Soichiro Honda)
Professional Counselor Emanuela Voria

Emanuela Voria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *